GIARDINO BOTANICO ALPINO
"Bruno Peyronel"


Il Giardino è situato in alta Val Pellice al Colle Barant (Comune di Bobbio Pellice): , sul versante della Conca del Prà a 2.290 metri di quota; nel cuore dell' oasi di protezione faunistica del Barant, destinata alla riproduzione ed alla tutela dei selvatici: 3850 ettari, pari al 41% del territorio comunale e al 13% della superficie dell'intera valle; si raggiunge, con un'ora e mezza di marcia, dal Rifugio Barbara (Comba dei Carbonieri) e dal Rifugio Jervis (Conca del Prà).

Si tratta di un'area di 17.000 mq. di particolare interesse botanico che gli Enti promotori, con la supervisione dell'Università di Torino e con il prezioso aiuto del volontariato, intendono proteggere e valorizzare: è stata realizzata la recinzione dell'intera area, allestito il percorso di visita ed appositi cartelli indicatori delle singole specie e degli ambienti floristici. E' stato inoltre predisposto un pieghevole illustrato dell'iniziativa.

L'area del Giardino si presenta già naturalmente pronta grazie alla conformazione variata del terreno, con alternanza di zone più o meno ripide e variamente esposte, che, assieme alle diversità fisico-chimica dei suoli presenti (silicei e calcarei), garantiscono una varietà notevole di specie di ambienti.

Su una superficie contenuta è possibile farsi un'idea del patrimonio floristico alpino della Val Pellice: presenta infatti spontaneamente una notevole quantità di piante di cui circa 300 già determinate dalle esigenze più diverse, grazie alla varietà del terreno e delle esposizioni e alla presenza di zone umide.

Gli ambienti floristici naturalmente presenti sono:

Il progetto INTERREG ha permesso di dare un notevole impulso all'allestimento del Giardino dedicato al botanico Bruno PEYRONEL (1919 - 1982), originario delle Valli Valdesi: i lavori sono iniziati nel 1991 per iniziativa della Comunità Montana Val Pellice, del Comune di Bobbio Pellice e del C.A.I. - UGET Val Pellice, con la collaborazione del Dipartimento di Biologia Vegetale dell'Università di Torino. L'Università ha iniziato lo studio sistematico della flora dell'Alta Val Pellice; ricerca che beneficia del particolare stimolo costituito dalla presenza di un erbario storico, che porta il nome del medico-botanico Edoardo Rostan, realizzato a partire dalla metà del secolo scorso e conservato nell'Aula di Scienze del Liceo Valdese di Torre Pellice.

Il Giardino si raggiunge con un'ora e mezzo di marcia dal Rifugio Barbara (Comba dei Carbonieri) o dal Rifugio Jervis (Conca del Prà).

INFORMAZIONI:

Ufficio Tecnico Comunità Montana Val Pellice - via Caduti per la libertà 6 - 10066 Torre Pellice (TO) - Tel. 0121-932262
Servizio Ambiente ed Ecologia


Ultimo aggiornamento: Autore: Per suggerimenti ed informazioni:
maggio 97 Sandretto Mario Comunità Montana Val Pellice